Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

Malo

Redattore
5 Febbraio 2021
1
0
Da diversi anni, l'associazione Libera - contro le mafie organizza sui territori una commemorazione in ricordo delle vittime innocenti di mafia. Nonostante la pandemia, anche i volontari e le volontarie del presidio di Libera Rivalta, dedicato alle sorelle Nencioni, hanno deciso di creare un momento in cui ricordare: davanti al Castello di Rivalta, alcuni ragazzi e ragazze hanno condiviso delle letture e scritto i nomi delle vittime di mafia su un nastro rosso che simbolicamente attraversa il centro della strada.
Le volontarie ci raccontano le difficoltà di portare avanti la loro missione durante la pandemia: gli eventi non erano permessi, non ci si può spostare per riunirsi e in generale le occasioni aggregative non vengono più vissute con serenità. Per questo hanno deciso di sfruttare le passeggiate dei cittadini rivaltesi, appendendo per il paese le storie di alcune delle vittime di mafia.
 

Allegati

Chi siamo?

  • Vi trovate in uno spazio atipico in cui alcuni ragazzi si sono riuniti per dare forza al loro pensiero creativo. È uno spazio in cui si può trovare un po’ di tutto: consigli di lettura, cinematografia, notizie, musica, sport e in generale cultura. È uno spazio in cui gli scrittori imparano insieme ai lettori, perché nessuno di noi è un giornalista o un blogger professionista, ma siamo tutti accomunati da intraprendenza e curiosità. Kultiplaza nasce in un momento di grande sconforto per tutti, la pandemia da COVID-19, per dare speranza e un po’ di respiro. Nasce per dire che il pensiero non si può chiudere in una stanza, davanti a un computer, ma ha bisogno di relazione: la sua linfa vitale è il continuo confronto con una realtà che cambia, fatta di concerti, di biglietti per il cinema, di partite a calcetto, strette di mano e campi aperti. I ragazzi, che ora fanno surf tra didattica a distanza e incertezza per il futuro, hanno deciso di dedicare un po’ del loro tempo e del loro impegno a questo progetto, mettendosi in gioco in un’esperienza di formazione e regalando ai futuri lettori pillole di cultura, della loro cultura. Forse il blog non è uno strumento innovativo, sappiamo che ogni giorno nascono e muoiono moltissimi blog, ma crediamo fortemente nel pensiero: uno spazio di cultura, aperto a tutti, in cui i ragazzi hanno la possibilità di dare forza alla loro voce, imparando da loro stessi e da chi li seguirà in questo viaggio. Se ti può interessare far parte della redazione sentiti libero di contattarci.